ead>

Error. Page cannot be displayed. Please contact your service provider for more details. (1)

Vincere la forza di gravità

August 31, 2012 | Comments Off

Il Settimo Splendore

In riferimento al post di ieri, ecco alcune delucidazioni. Come si è già ribadito, le finalità di Progetto-david non possono prescindere da precise impostazioni ideologiche e considerazioni generali sul panorama attuale del mondo web; Progetto-david vuole infatti proporsi come un’alternativa costruttiva nell’utilizzo delle nuove tecnologie.

Lo fa immortalando la bellezza dei luoghi della Nostra Terra, lasciando così che sia la bellezza degli stessi ad autoeducarci, ovvero a sviluppare intrinseche capacità intellettuali e morali (del resto, come diceva Platone: “lo scopo di tutta l’educazione è di insegnarci ad amare la bellezza”).

Progetto-david intende quindi superare la “forza di gravità” che pare appiattire tutto verso il basso e promuovere un cambiamento di rotta a partire proprio dalla visione e condivisione immediata delle piccole bellezze dei nostri luoghi.

Si tratta di una sfida alla portata di tutti. A chi si sentisse in linea con queste riflessioni, Progetto-david ricorda che la sua espansione è e sarà direttamente proporzionale al materiale (video, post e altro) e contributi inviatoci da tutti voi.

Il disquisire sulla bellezza genera sempre un senso di malinconia nei confronti della bellezza assoluta…
Progetto-david, a tal proposito, segnala: La modernità della malinconia

Oltre le Immagini, le Parole

August 31, 2012 | Comments Off

Protagonisti dei contenuti hypermediali pubblicati su Progetto-david sono state finora le bellezze di Treviso, Venezia, Bergamo e Palazzolo sull’Oglio. Ogni video è stato registrato per mettere al servizio dei visitatori l’esperienza di chi quei posti li ha già respirati e vissuti per rendere poi, quei visitatori, dei visitatori reali. Cioè dei turisti !

La raccolta del materiale collezionato sul web da quanti hanno messo a disposizione del Progetto-david esperienza, tempo e passione, ha indicato per i video un nuovo soggetto da affiancare alle meravigliose Piazze e ai suggestivi Castelli del nostro Paese (e al vociare e ai rumori della gente che vive quotidianamente quei posti): le Parole.

Le Parole di chi lavora alacremente ogni giorno per programmare un’offerta di valore e che riescano a trasmettere, insieme con la freschezza ed immediatezza proprie delle immagini, un progetto turistico coinvolgente.

Le idee di un Amministratore locale, o il messaggio del responsabile di un Servizio, oppure ancora le offerte del gestore di una struttura ricettiva: tangibili interventi di persone che, “mettendoci la faccia”, indirizzerebbero i consumatori ad una scelta ancor più consapevole.

Questa strada non è alternativa a quella che già si sta delineando nel Progetto-david, ma è una soluzione che potrebbe completarla.

Il 100° commento: un grande post!

August 31, 2012 | Comments Off

Dopo 28 giorni on line, Progetto-david, conta 100 commenti. Due collaboratori che ci seguono da vicino sono Marco Dal Pozzo (grazie Marco) e Claudio Iacovelli che, insieme alle loro critiche e contributi, rappresentano un gran supporto per David. Ecco il commento numero 100, riflessione veramente significativa; Grazie Claudio:

L’idea di promuovere l’Italia con contributi audiovisivi é veramente suggestiva, ed immagino che le emozioni di assistere a questi spettacoli possano aumentare, data la bellezza del Paese.

Progetto-david può consolidare la propria “videoteca”, a patto di riuscire a coinvolgere numerosi autori da tutte le parti d’Italia, e di differenziare i soggetti da proporre ai visitatori.

Sarà importante promuovere la costituzione di un gruppo di utenti, e capire quale possa essere la specializzazione di ciascuno nel produrre video per il progetto.

Dopo aver creato le categorie che potranno aggregare i diversi contributi, sarà importante sviluppare una soluzione di promozione turistica integrata: ad esempio in questo post abbiamo potuto assistere alle immagini di una zona turistica di Bergamo, sarà utile creare una scheda sintetica del sito, con un elenco di risorse informative disponibili, e con altre notizie su come raggiungere la località, quali servizi sono offerti ai visitatori, consigli e curiosità!

Sempre ricorrendo all’elenco dei collaboratori di Progetto-david, si potranno promuovere servizi di mailing, per cercare di programmare possibili iniziative presso le realtà locali, magari cercando il contributo di amministratori e rappresentanti delle varie città italiane.

Ho lanciato qualche idea, per poter strutturare un progetto che non può certo prescindere dall’aiuto di tante persone, “sparse” in tutta Italia. In questo modo si potrà, forse, disciplinare il processo di collaborazione, per farlo accettare da chiunque si avvicini a Progetto-david nel prossimo futuro.

Claudio Iacovelli

Una prima goccia nell’oceano

August 31, 2012 | Comments Off

Dopo le considerazioni teoriche esposte nei post precedenti, ecco ora i numeri (relativi alle visite dei filmati editi) che Progetto-david ha conseguito solo a nemmeno un mese di vita.

Sono davvero significativi, soprattutto se proiettati in una dimensione futura che, grazie all’interattività e coperatività, si profila più ampia e produttiva.

Bergamo Jazz 2007: 62
St.Mark’s Basilica: 202
Treviso: 297
Eclisse: 2.073
Totale: 2.634

Alla luce dei dati, alcune riflessioni:

- Il filmato (realizzato secondo i principi del Progetto) sembrerebbe una strategia vincente al fine di promuovere la conoscenza del nostro Paese.

- La consultazione e la comprensione (agevole, veloce e immediata) degli stessi, unitamente alle piattaforma (youtube) utilizzata per la loro divulgazione, ci permettono inoltre di arrivare molto lontano.

Ecco, a proposito, come uno fra i nostri primi visitatori, dall’Inghilterra, ha vissuto a modo suo la “mia” Piazza dei Signori.

Progetto-david ha già gettato le sue prime gocce in quest’oceanica impresa. Impossibile? Direi proprio di no, quando a crescere in modo esponenziale sono i numeri e non le parole.

L’occhio di david

August 31, 2012 | Comments Off

A quasi un mese di vita, devo ammettere che spiegare agli interessati i presupposti e gli obiettivi di Progetto-david non sempre è cosa facile. Molteplici sono le domande a cui cerco di dar risposta e soprattutto tengo a sottolineare che non si tratta di un’impresa impossibile, ben ideata ma difficile da concretizzare (obiezione, questa, da più parte avanzatami).

Cercherò qui in breve di dimostrarlo.
Innanzitutto il progetto intende crescere e svilupparsi nella prospettiva del tempo, conosce un inizio ma non un termine; va pertanto continuamente alimentato e supportato, sia concretamente (filmati, foto, etc.) che idealmente (ridefinizione continua degli intenti e strategie che lo sottendono).

La forza del progetto, inoltre, sta nel puntare sul filmato reale (già ampiamente discusso) unitamente a contenuti che ritraggano i particolari delle più note bellezze d’Italia, così come i luoghi universalmente meno conosciuti ma altrettanto spettacolari.

L’occhio di david non è quindi esterno, “estraneo” alla realtà che intende immortalare; piuttosto dentro alla stessa, ed in grado di coglierne le sfumature, più che i contenuti oggettivi. A tal proposito, navigando su Google Earth si possono visualizzare sì alcune immagini e filmati d’Italia; sono però in numero ridotto, ritraggono località di fama internazionale e le perfette inquadrature panoramiche determinano un prodotto “impeccabile”, ma lontano dai nostri presupposti.

A Progetto-david l’onore di addentrarsi fra le insenature della nostra Terra per promuovere, all’estero, le bellezze meno note!

Puntare quindi sui particolari e l’esperienza diretta, vissuta dai contribuenti, per rilanciare un’immagine dell’Italia più reale e incredibilmente affascinante nella sua diversità.

Progetto-david si mette a nudo

August 31, 2012 | Comments Off

Il nome del progetto rimanda alla grandiosa opera di Michelangelo, ritenuta l’oggetto più bello creato dall’umanità. David, inoltre, quale personaggio storico, simboleggia la vittoria dell’intelletto sulla forza fisica (quindi dell’intelligenza e l’abilità contro l’interesse economico.)

Ritengo doveroso sottolineare questo concetto perché non rappresenta un ideale, ma una “condizione reale”. Progetto-david, infatti, è frutto di un ristrettissimo gruppo di persone che intende condividere e promuovere la conoscenza dell’Italia nel modo più semplice e immediato possibile. Gli obiettivi del progetto, le riflessioni dei post, i filmati realizzati, rappresentano, giorno dopo giorno, l’evoluzione di una passione che cresce e che, purtroppo, deve farsi spazio tra i mille impegni lavorativi, mancanza di tempo e mezzi (sia economici che strumentali).

Tutto questo non per giustificare “quello che ancora non è stato fatto”, quanto piuttosto per rimarcare il valore di uno sforzo reale, perfettamente in linea con gli ideali che animano il progetto:

- intendiamo, come si è già ribadito, offrire del materiale descrittivo in grado di emozionare, e da lì catturare lo sguardo del potenziale turista.

- promuovere una comunicazione diretta, veloce e universale (il filmato, per l’appunto).

- lasciare che siano i contributi (di tutti coloro che si sentono in linea con il progetto) a ricreare le forme e i colori, i suoni e le vibrazioni della nostra Terra.

- vivere il luogo che più ci entusiasma, cercare di farlo “rivivere” nel web e quindi condividerlo virtualmente; da qui, portare il potenziale turista a vivere davvero lo stesso luogo.

I filmati fino ad ora presentati ben esemplificano tutto ciò. Sono infatti le testimonianze di recenti domeniche primaverili dedicate, tra un bicchiere di vino e piatti tipici, alla scoperta di luoghi e momenti in grado di richiamare lo sguardo e risvegliare i sensi. Razionalmente è difficile dimostrare se e come brevissimi filmati possano veicolare il vissuto di chi li ha prodotti, andando così a suscitare l’interesse dell’altro, eppure i numeri, alquanto significativi, che Progetto-david ha raccolto lasciano intendere che stiamo procedendo nella giusta direzione.

Progetto-david, una sorta di finestra sull’Italia, non intende rispondere alle minime richieste del turista esigente, bensì implementare l’interesse generale e accorciare le distanze attraverso materiale che possa fungere da “pre-luogo”.

La semplicità e spontaneità dei contenuti, inoltre, poggiano sulla convinzione che già a partire dal web si debba accogliere il potenziale turista facendolo sentire parte integrante di ciò che sta vedendo. Progetto-david si prefigge quindi un chiaro obiettivo: prendere per mano il proprio visitatore per portarlo ad ammirare una primissima Italia, quella appunto sentita e vissuta da chi, lontano da intellettualismi e parole, intende “con”dividerla e “con”viverla.

Invitiamo tutti coloro che si riconoscono in queste riflessioni ad inviarci contributi (post, filmati, ricerche, suggerimenti, idee, etc.).

Progetto-david sarà ben contento di crescere nel rispetto della sua natura: cooperativismo, co-costruzione del sapere e condivisione.

Le grandi testate citano il progetto-david!

August 31, 2012 | Comments Off

Con estremo piacere voglio qui segnalarvi le testate con i link relativi al nostro progetto.

  • >La Stampa
  • La Repubblica

Sono davvero entusiasta per tutto ciò e colgo l’occasione per ringraziare in modo particolare Alessia Piovesan che in poche parole è riuscita a sintetizzare l’idea su cui poggia progetto-david.

E’un entusiasmo ovviamente misto a stupore e perché no ad un certo senso di vertigine.
Tutto ciò rappresenta infatti il segnale di un decollo avvenuto, forse ancor troppo recente per essere chiaramente percepito dall’equipaggio ma di certo ben visibile dall’esterno.

Ringrazio inoltre tutti colori che stanno attivamente collaborando (con email, proposte, etc.) e i visitatori, ai quali rinnovo l’invito di partecipare appostando i propri contributi attraverso i commenti, ovvero il cuore del nostro blog. :)

Perché david?

August 31, 2012 | Comments Off

Il nome del progetto rimanda alla grandiosa opera di Michelangelo, ritenuta l’oggetto più bello creato dall’umanità. David, inoltre, quale personaggio storico, simboleggia la vittoria dell’intelletto sulla forza fisica; “Progetto-david”, quindi, oltre che ricondurre alle meraviglie d’Italia, intende invitare coloro che credono nella potenza della creatività e del lavoro di squadra a collaborare per la realizzazione di un “vero” portale turistico italiano, ovvero di una piattaforma quale punto di partenza alla scoperta dell’Italia, meta ambita dai viaggiatori di tutto il mondo.

Progetto-david? Punto d’incontro!

August 31, 2012 | Comments Off

Innanzitutto ringrazio tutti quelli che hanno risposto al mio post..mi pare un buon inizio come lavoro di squadra!
Vorrei comunque precisare una cosa importante (che ho forse dato un po’ troppo per scontato nelle mie prime righe) : “Progetto-david” non intende essere il portale stesso, piuttosto una sorta di “raccoglitore” di idee / “forum” ove scambiarsi opinioni e condividere il da farsi (logo compreso :) ) al fine di realizzare il nuovo portale, che sarà ovviamente la sintesi finale dei diversi contributi inviati e condivisi da chiunque desideri “ridare” dignità al web italiano e all’Italia stessa!
Una bella sfida vero?

Progetto david, in partenza!

August 31, 2012 | Comments Off

Bene, mi pare che l’entusiasmo iniziale sia alto! Ho attentamente analizzato tutti i contributi fino ad ora: interessanti e soprattutto utili. Ho inoltre la sensazione che ci sia un’unità d’intenti che poggi essenzialmente sull’idea di un portale dinamico, immediato, efficace e soprattutto aperto ad accogliere le idee sia degli utenti, dei progettisti e di tutto il mondo della rete; insomma un vero e proprio punto di condivisione per partire alla scoperta della nostra Terra.

Di certo si tratta di un progetto ambizioso e poliedrico che necessita di un’organizzazione e monitoraggio costanti; ecco perché come inizio ho ritenuto necessario creare questo blog come piattaforma di lancio in funzione della realizzazione succesiva del vero e proprio portale. Per prima cosa direi che sia opportuno raccogliere più contributi possibili al fine di stabilire i primi punti del da farsi; quindi, distribuire, secondo attitudini e preferenze, compiti più specifici.

Gli intenti di questo lavoro sono molteplici; tra i primi vorrei comunque ribadire il promuovere la conoscenza e il confronto fra tutti coloro che con passione vivono il mondo web, e il cimentarsi, in team, in un progetto che, il più aperto e vicino possibile all’utenza, vada ben oltre gli interessi del singolo; un lavoro, quindi, che si propone di far confluire, attraverso la condivisione di mezzi e conoscenze, le idee di molti nell’unica creatività…

A prestissimo un primo odg :) !


    Cerca




  • Blogroll